si informa:

  • SABATO (con l’orario legale): Il matrimonio, potrà avere come orario limite di inizio della celebrazione, le ore 16.00.
  • SABATO (con l’orario solare): Il matrimonio verrà celebrato solo al mattino. 
  • DOMENICA: In questa parrocchia non si possono celebrare matrimoni al mattino, ma solo al pomeriggio in qualunque orario.
  • GIORNI FERIALI:  l’orario per la celebrazione del matrimonio potrà essere accordato con più flessibilità.

Alcune norme semplici per la celebrazione decorosa del Sacramento del Matrimonio 

Nella fase di allestimento dell’addobbo floreale e nell’uscita degli sposi:

  1. Si chiede cortesemente di non applicare ai banchi, chiodini o puntine per fissare fiori, veli o fiocchi, ma utilizzare solo tecniche che non apportino alcun danno all’arredo parrocchiale.
  2. Se si scegliesse l’impiego di una guida per il corridoio centrale, si chiede la cortesia di non fissarla al pavimento con colla o materiale adesivo.
  3. Si fa divieto di utilizzare coriandoli all’uscita degli sposi; mentre si concede con sobrietà l’uso del riso.

Nella fase di smantellamento:

  1. Si chiede cortesemente di riposizionare nel posto originario quanto eventualmente è stato usato ed appartiene all’arredo della Parrocchia.
  2. Si prega di rimuovere nel più breve tempo possibile, finita la celebrazione, ogni addobbo appartenente al fiorista o a chi gestisce l’allestimento della Chiesa.
  3. Ugualmente si fa richiesta di provvedere a rimuovere il riso sul sagrato e all’interno della Chiesa.

————————————————————————————————————————

Per una dignitosa liturgia del matrimonio:

  1. È possibile per gli sposi sotto la guida del sacerdote celebrante scegliere le letture della Sacra Scrittura, tra quelle appositamente previste, le quali verranno proclamate durante la Liturgia della Parola, dai lettori previamente scelti. È opportuno ricordare: che né durante la celebrazionené subito dopo, è permesso alcun’intervento anche se augurale – se non per chi presiede l’azione sacra – né in forma scritta, né in forma orale.
  2. Per quanto concerne il canto: i testi di musica e di canto da utilizzare per la celebrazione del Sacramento del Matrimonio, devono essere di SOLA MUSICA SACRAovvero siano adatti al rito del Matrimonio ed esprimano la fede della Chiesa. Testi di altra natura, se pur emotivamente toccanti e cari agli sposi, è bene che si considerino luoghi differenti dal Tempio Sacro perché vengano eseguiti.
  3. Qualora gli sposi avessero a cuore che il sacerdote incaricato a presiedere le nozze sia persona diversa dal Parroco della parrocchia dove si intende celebrare il matrimonio, è necessario che anche a lui sia fatta prendere visione anticipatamente delle condizioni sopra menzionate e manifesti tempestivamente al Parroco che si atterrà alle disposizioni liturgiche stabilite, per una serena e rispettosa Celebrazione del Rito.

Per la consegna dei documenti:

  1. Si prega di consegnare i documenti, già autorizzati dalla Curia della Diocesi di provenienza, almeno un mese prima dalla data fissata per la celebrazione del matrimonio.
  2. Il modulo dell’Atto di Matrimonio prevede la firma di quattro testimoni come numero complessivo. È richiesto che siano persone maggiorenni; e per la preparazione dell’Atto serve che si forniscano i seguenti dati anagrafici: nome, cognome, età, città di residenza.

Per non creare disagio alla viabilità nel Borgo:

  1. Si prega caldamente di avvisare i propri ospiti di non parcheggiare le proprie auto nella piazza antistante la Chiesa che funge da capolinea per l’autobus di linea dell’ATAC (al quale necessita l’intera area sgombra per poter operare le manovre di rientro).
  2. Si fa presente a riguardo che la Parrocchia dispone di un parcheggio nella parte retrostante l’edificio, segnalato con apposito cartello sul quale si trova scritto: “Parcheggio Chiesa”, al quale è possibile accedere dal cancello a fianco alla Casa Canonica.

Si Ringrazia per la Cortese collaborazione

  • Si allega documento libretto per matrimonio, qualora lo si volesse adottare. 
  • Libretto-Matrimonio

Si ricorda che nella scelta delle letture si può seguire il seguente schema:

Primo Schema (quando il matrimonio si celebra nei giorni feriali, ovvero – tra lunedì e sabato mattina -)

  • 1° lettura con il corrispettivo salmo
  • Canto al vangelo con il corrispettivo vangelo

Oppure: 

Secondo Schema (quando il matrimonio si celebra sabato pomeriggio o domenica)

  • 1 lettura con il corrispettivo salmo
  • 2 lettura
  • canto al vangelo con il corrispettivo vangelo